Nuovi chiarimenti sul “bonus verde”

Postato in 6/2018

Come illustrato nelle precedenti newsletter, per il 2018 è stata introdotta una nuova detrazione dall'IRPEF, pari al 36% delle spese sostenute per la “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, di unità immobiliari, pertinenze o recinzioni (terrazze, giardini, ecc.), di impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi, e per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. L’Agenzia delle Entrate nei giorni scorsi ha fornito alcuni importanti chiarimenti su questo argomento.

La prima precisazione riguarda la possibilità di accesso al bonus nel caso in cui un soggetto svolga più interventi di sistemazione del verde nell’ambito dello stesso anno. La norma di Legge, afferma che la soglia di 5.000 euro è attribuita “per unità immobiliare ad uso abitativo” e “sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali”. E' stato chiarito che il beneficio in capo al contribuente può essere riconosciuto sia in caso di interventi di sistemazione del giardino privato, che di contemporaneo intervento sulle parti condominiali, i cui costi saranno imputati a tutti i condomini in base alla relativa quota. Ne consegue dunque che il bonus può raddoppiare, in quanto il contribuente matura sia il diritto a detrarre fino a 5.000 euro di spesa per il lavoro sul proprio giardino, sia il diritto a detrarre, sempre fino ad un massimo di spesa di 5.000 euro, nel caso di intervento sulle parti comuni condominiali.

Viene inoltre specificato, che, i lavori effettuati in economia sul proprio giardino o terrazzo (es. solo acquisto di piante o altro materiale), non consentono di applicare il bonus, in quanto, l’Agenzia.

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information