Il sindaco di Verona accoglie le richieste di Confagricoltura

on . Postato in primopiano

Confagricoltura Verona ha incontrato il nuovo sindaco Federico Sboarina per portare gli auguri di buon lavoro alla nuova amministrazione.

Nel corso dell’incontro il presidente Paolo Ferrarese, il direttore Luigi Bassani e il membro di giunta Alberto De Togni hanno ribadito le richieste che erano state avanzate nel corso di un’assemblea pre elettorale, tra cui la necessità di un referente nel Comune di Verona per consentire un filo diretto con l’organizzazione degli agricoltori. È stato rimarcato anche l’interesse per le società partecipate del Comune, in particolare per Veronafiere e Veronamercato, cruciali per il settore primario scaligero.

Sboarina giunta light

Il sindaco Federico Sboarina ha dimostrato la massima attenzione per le istanze del mondo agricolo, assicurando il suo impegno per andare incontro alle richieste. In particolare, ha chiarito che terrà personalmente la delega all’agricoltura, nominando al più presto un consigliere comunale delegato a seguire direttamente i rapporti con le organizzazioni agricole. In tempi brevi verrà, inoltre, organizzato un incontro tra Confagricoltura e l’assessore Daniele Polato per quanto riguarda la situazione delle società partecipate.

“L’incontro è stato soddisfacente – sottolinea Paolo Ferrarese -. Abbiamo apprezzato la disponibilità e la voglia di fare che il sindaco ha dimostrato nel rappresentare gli interessi agricoli”.

Ecco le richieste avanzate al sindaco:

  1. Sicurezza e furti nelle aree agricole. Chieste più sicurezza e vigilanza nelle aree rurali, nel mirino di bande e ladri che stanno compiendo furti a raffica, facendo salire l’allarme e la paura tra gli agricoltori. I furti avvengono di notte e riguardano quasi sempre attrezzature agricole come motoseghe e decespugliatori, flessibili, trapani, trattori, oppure bestiame, gasolio, fitofarmaci e perfino i pannelli fotovoltaici. Oltre agli ingenti danni economici, nell’ordine di migliaia di euro, ci sono forti ripercussioni sulla qualità della vita: gli agricoltori vivono nell’angoscia, barricati in casa, con il terrore di essere aggrediti e malmenati.
  2. Riconversione dell’impianto di Ca’ del Bue. Tra le ipotesi sul futuro utilizzo dell’impianto, circola quella di un progetto per un impianto di biogas gestito da Acque Veronesi. Gli agricoltori chiedono, in questo caso, di poterlo utilizzare per il trattamento delle deiezioni degli allevamenti della Lessinia e del resto del territorio. Un modo per ridurre le emissioni di CO2 in atmosfera e produrre energia elettrica e termica. Uno smaltimento più ecologico, che contribuirebbe al mantenimento di un settore vitale per l’economia veronese.
  3. Riqualificazione dei fabbricati agricoli in disuso. Chiesta l’estensione della durata del credito urbanistico a 10 anni che oggi, in base alla legge regionale 11 sull’edificabilità, è limitata a 5 anni. Un credito troppo breve per consentire di pianificare e realizzare piani di recupero delle cubature.
  1. Sblocco ampliamento della Cantina Valpantena (ex campo sportivo Marzana). Il progetto di ampliamento, già approvato, si è da tempo arenato. Per i viticoltori sarebbe urgente che fosse sbloccato perché la cantina è in forte espansione, con un numero di soci in crescita, è c’è urgente bisogno di spazi per consentire lo sviluppo dell’attività.
  1. Inclusione del territorio di tutto il Comune di Verona nella programmazione Psr. Deve essere permesso alle aree agricole di tutto il Comune di poter beneficiare degli aiuti previsti per le misure ambientali e diversificazione (agriturismo). Attualmente, in base al regolamento comunitario, sono incluse solo le macroaree A e B nelle zone rurali, mentre le C, che riguardano i Comuni capoluogo, sono escluse. Zone come Trezzolano e Moruri non possono accedere ai contributi cui hanno diritto le aree agricole della provincia. Chiediamo che la politica veronese si faccia parte attiva per portare l’istanza a Bruxelles, affinché sia modificato il regolamento.
  1. Richiesta di un referente agricolo per ogni lista/candidato sindaco. Verona non ha mai avuto una figura di riferimento per il settore agricolo, che riteniamo invece fondamentale per un confronto costante e puntuale sulle tematiche che ci riguardano.

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information