Camera di commercio, 1 milione per l'innovazione

Postato in locali

La Camera di Commercio di Verona destina 1 milione di euro per favorire gli investimenti per l’innovazione tecnologica delle micro, piccole e medie imprese, tra cui le aziende agricole, aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Verona.

A ciascuna delle imprese sarà concessa a titolo di contributo una somma rispettivamente pari al 18%, se micro o piccola impresa, e al 9%, se mediaimpresa, delle spese (IVA esclusa) con un massimo di 12.000 euro per impresa.

giovani agricolto

Qualora l’impresa richiedente risponda ai criteri di impresa femminile o giovanile (i cui titolari siano persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni e le società e cooperative i cui soci siano per almeno il 60% persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni) la somma concessa a titolo di contributo, pur non potendo comunque superare i massimali del 18% o del 9%, potrà raggiungere l’importo massimo di 13.500 euro per impresa.

Ciascun progetto preso in considerazione, per ottenere il contributo camerale, non potrà essere complessivamente di valore inferiore a 5.000 euro al netto di Iva. Tale importo deve intendersi anche riferito al valore dell’investimento ammissibile a contributo.

Potranno essere ammesse a contributo solo le spese effettuate a partire dal 13/03/2018 fino al 31/01/2019. Non saranno prese pertanto in considerazione fatture o acconti datati precedentemente al 13/03/2018.

L’erogazione del contributo alle imprese ammesse a beneficio verrà effettuata fino alla concorrenza dell’ammontare globale dell’apposito stanziamento iscritto nel Preventivo annuale 2018 ed eventuali assestamenti della Camera di Commercio e nel soddisfacimento delle condizioni indicate nel presente regolamento, verificate dall’U.O. Servizi Finanziari - Contributi. Al fine della completa utilizzazione dello stanziamento, in caso di avanzo di disponibilità per rinunce, minori spese, esclusione dall’erogazione, ecc., saranno ammesse a beneficio ulteriori domande, nell’ordine previsto dalla graduatoria, a condizione che abbiano realizzato gli interventi nei tempi e nei modi stabiliti dal regolamento.

Saranno escluse totalmente dall’erogazione del contributo le imprese che realizzino l’investimento in misura inferiore all’80% rispetto a quello ammesso a contributo, fermo restando il limite minimo di  5.000 euro. Sono inammissibili le domande prodotte da soggetti che, alla presentazione della rendicontazione attestante la realizzazione dell’investimento, non siano in regola con il pagamento del diritto annuale dovuto.

L’ordine di precedenza nella graduatoria è determinato dall’ordine crescente dell’investimento ammesso a contribuzione.

Invitiamo le aziende interessate a fornire fin d’ora agli uffici di zona la documentazione necessaria per l’adesione, che consiste in:

  • preventivo dell’attrezzatura che si intende acquistare;
  • depliant illustrativi dell’attrezzatura.

Ricordiamo che le domande possono essere inviate alla CCIAA esclusivamente in modalità telematica dal 5 al 12 marzo 2018.

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information