All’istituto agrario Stefani Bentegodi la settimana della sicurezza

on . Posted in primopiano

Formazione, filmati, dimostrazioni, prove a ostacoli con il trattore e simulazione di ribaltamento, per far capire agli studenti come solo l’adozione delle misure di sicurezza possa salvare la vita. All’istituto tecnico agrario Stefani Bentegodi di Buttapietra si svolgerà, dal 16 al 20 aprile, la “Settimana della sicurezza”, un progetto di Confagricoltura Verona, finanziato dall’Ulss 9 Scaligera, con la collaborazione dell’ente bilaterale veronese per l’agricoltura Agribi e dell’istituto Stefani Bentegodi, che punta a formare e sensibilizzare sul tema della sicurezza le giovani generazioni, future leve dell’agricoltura. Verona mantiene, infatti, la maglia nera in Veneto per numero di infortuni mortali in agricoltura: 16 tra il 2012 e il 2017. Il ribaltamento del trattore è la causa di morte più frequente: in gran parte degli infortuni l’arco di protezione e le cinture non erano stati utilizzati o non erano presenti.

 

agricoltura trattore sicuro

 

L’iniziativa verrà presentata venerdì 13 aprile alle 10 nell’aula magna dell’istituto. Saranno presenti il dirigente scolastico Pietro Bozzolin, gli insegnanti, i tecnici di Confagricoltura, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriale (rlst) di Agribi e i tecnici di Ice & Fire di Mezzocorona, azienda specializzata in addestramento e gestione dell’emergenza e della sicurezza, che fornirà per l’iniziativa il simulatore di ribaltamento. Il simulatore consiste in un trattore vero e proprio, attrezzato in modo tale da portare il mezzo stesso in posizione di ribaltamento laterale, in condizioni controllate e di totale sicurezza.

 

“Le morti sul lavoro in agricoltura in Italia sono tante e spesso accadono per leggerezza o disattenzione - spiega il dirigente scolastico Bozzolin –. Da anni l’istituto agrario di Buttapietra, che conta 500 studenti, collabora con Confagricoltura per sensibilizzare non solo gli studenti, ma anche gli adulti, sull’importanza della prevenzione. Questa manifestazione vuole far provare sul campo come sia facile, anche con le più moderne trattrici, subire un grave incidente e sia perciò necessario adottare tutte le misure di sicurezza. Anche quest’anno una trentina di allievi delle quinte classi, maggiorenni muniti di patente B, hanno aderito ai corsi di abilitazione per studenti organizzati da Confagricoltura ottenendo il patentino per il trattore. Un’iniziativa molto utile anche sotto il profilo professionale, perché i ragazzi usciranno da scuola già in possesso dell’abilitazione a guidare una trattrice”.

 

Il programma partirà lunedì 16 aprile con una giornata di formazione rivolta ai tecnici di Confagricoltura sull’utilizzo del simulatore. Martedì 17 e mercoledì 18 saranno gli studenti a provare la simulazione di ribaltamento. Giovedì 19 e venerdì 20 parteciperanno alle esercitazioni imprenditori e dipendenti agricoli già abilitati alla conduzione della trattrice agricola: oltre al simulatore potranno accedere anche al campo prova dell’istituto ampliato per l'occasione con nuove tipologie di ostacoli per rendere l’esperienza ancora più completa: salite a massima pendenza, twist, dossi, fossi, andatura laterale.

 

“Grazie allo speciale simulatore i ragazzi potranno provare una vera e propria situazione di ribaltamento – spiega Davide Beretta, responsabile del settore sicurezza di Confagricoltura Verona -. Potranno capire che sul trattore esiste un solo posto sicuro, il sedile, e quando il trattore si ribalta non c’è scampo se non hai allacciato le cinture di sicurezza e senza lo spazio garantito dall'arco di protezione. Ogni anno formiamo decine di allievi sull’uso delle trattrici, utilizzando il campo di prova permanente dell’istituto. Abbiamo curato l'ampliamento del campo prova  affinché sia possibile testare il comportamento della trattrice in qualsiasi condizione di lavoro: con i nuovi twist in salita e discesa, un percorso in laterale ancora più performante e un solco a “V” che consentirà di testare la macchina in condizioni particolari di aderenza e assetto offriremo un'esperienza unica ed indimenticabile. Elementi base della cultura della sicurezza".

Saranno presenti a tutte le giornate di esercitazione i rappresentanti territoriali della sicurezza di Agribi, Sabrina Baietta, Luca Zanetti e Filippo Grandi, che svolgono un’azione importante di prevenzione e sensibilizzazione sul tema della sicurezza nelle aziende veronesi, con l’obiettivo di incrementare i comportamenti virtuosi e ridurre il rischio infortuni.

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information