Caos Blue Tongue, chiediamo chiarezza

Posted in locali

«La vicenda Blue Tongue è stata gestita in maniera confusa e non adeguata. Abbiamo stalle che hanno già vaccinato e aspettano il rimborso dall’Ulss e tante altre che non vaccinano. Non sappiamo più cosa fare e vorremmo avere un po’ di chiarezza».

blue tongue

Sara Pasetto, presidente della sezione lattiero-casearia di Confagricoltura Verona, si fa portavoce dei disagi degli allevatori, che in questi mesi di epidemia hanno subito i contraccolpi di una situazione che ha avuto parecchi risvolti negativi. «L’allarme ha portato ad aggravare i già pesanti carichi burocratici – spiega la Pasetto -, con una serie di controlli e di prelievi che hanno coinvolto molte stalle. Sui vaccini c’è stata una grandissima confusione: gli annunci della Regione, che aveva promesso il rimborso, hanno portato alcuni allevatori a vaccinare i bovini, con esborsi di migliaia di euro che probabilmente andranno in fumo. Adesso, infatti, pare che la vaccinazione per i bovini non sia più obbligatoria. La realtà è che nessuno ci sta dicendo più nulla e neppure i veterinari sanno bene il da farsi, a fronte dell’impasse della Regione».

 

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information